torna al menù

 

 

Torre dei Sabbioni - (Gruppo del Sorapis)

 

 

1877 – Una guglia sperduta nel gruppo delle Marmarole, nella conca del Sorapis viene salita da una guida di San Vito di Cadore: Luigi Cesaletti accompagnato, sembra, da un’altra guida Gian Battista Giacin.

Pare che il movente di tale nuova difficile ascensione sulla Torre dei Sabbioni (Sorapis) sia nata da una scommessa, ma i misteri che attorniano quest’impresa sono tanti. Importante sottolineare che Luigi Cesaletti tocca il III° grado, ridiscendendo in arrampicata libera per dove è salito!. I tempi ormai sembrano pronti per qualcosa di diverso.

 

1882 – Con le crode ancora bianche di neve Piero Paletti con i fratelli Padon effettua in invernale una variante sulla Torre dei Sabbioni (Gruppo del Sorapis) denominata: Camino Venezia:

 

1986 - Maurizio Dall’Omo “Icio”, in un estate atmosfericamente non favorevole riesce ad aprire una via con chiodatura dal basso alla Torre dei Sabbioni (Sorapis).