torna al men¨

 

 

Alpi Biellesi

Alpi Occidentali

Alpi Nord-Occidentali

Alpi Pennine

Alpi Biellesi e Cusiane

 

 

Le Alpi Biellesi (dette anche Prealpi Biellesi) costituiscono un settore prealpino italiano situato a Sud-Est delle Alpi Pennine. Talvolta sono viste come settore alpino separato; altre volte come sottogruppo delle ALPI. Interessano innanzitutto la Provincia di Biella ma, in misura minore, anche la Provincia di Vercelli, quella di Torino e la Valle d'Aosta.

Diversi dei comuni interessati sono riuniti nelle ComunitÓ Montane Valle Cervo, Alta Valle Elvo, Valle di Mosso e Prealpi Biellesi.

I limiti geografici sono: a Nord il Colle del Loo (2452 m.) e la Valsesia da Scopello a Varallo Sesia, ad Est la Valsesia da Varallo Sesia a Gattinara, a Sud e Sud-Est la Pianura Padana lungo la linea Gattinara-Ivrea, ad Ovest il corso della Dora Baltea e poi il corso del Lys fino a Gaby. Secondo la SOIUSA le Alpi Biellesi sono un supergruppo alpino con la seguente classificazione:

Grande parte = Alpi Occidentali

Grande settore = Alpi Nord-Occidentali

Sezione = Alpi Pennine

Sottosezione = Alpi Biellesi e Cusiane

Supergruppo = Alpi Biellesi

Codice = I/B-9.IV-A

Secondo la SOIUSA le Alpi Biellesi sono un supergruppo delle Alpi Pennine; insieme alle Alpi Cusiane formano la sottosezione delle Alpi Biellesi e Cusiane. La SOIUSA divide poi le Alpi Biellesi in due gruppi, il secondo dei quali Ŕ ulteriormente ripartito in due sottogruppi:

Catena Tre Vescovi - Mars

Catena Monte Bo - Barone

Costiera Talamone-Barone

Costiera Monte Bo-Cravile-Monticchio.

Il confine tra i due gruppi Ŕ segnato dalla Bocchetta del Croso. Da un punto di vista geologico le montagne del Biellese si dividono invece in una fascia alpina propriamente detta e in una zona Prealpina, separate tra loro dalla Linea Insubrica (o Linea del Canavese). Questa importante linea tettotica ha nel Biellese un andamento da Sud-Ovest a Nord-Est e passa per il Bocchetto di Sessera e la Bocchetta della Boscarola. Le montagne a Sud-Est di questa linea, come ad esempio il Monte Barone, sono quindi da considerarsi geologicamente Prealpi.