torna al men¨

 

 

Achille Ratti - (

 

 

Nel 1890 Achille Ratti, futuro papa Pio XI, inaugur˛ con il suo percorso quella che oggi Ŕ la via normale al Monte Bianco, molto apprezzata in seguito dalle guide di Courmayeur, che in precedenza per salire alla vetta affrontavano i rischiosi pendii a Sud del D˘me du Goűter, oppure passavano dal Colle del Gigante e dal Col du Midi, dove avevano eretto un modesto ricovero di appoggio.

 

 


1890 - 1 agosto. Giovanni Bonin, Luigi Grasselli e Achille Ratti futuro Papa Pio XI, con Joseph Gradin e Alexis Proment, dopo aver raggiunto la vetta del Monte Bianco scesero per il Ghiacciaio del D˘me e le Creste di Bionnassay e delle Cresta delle Bosses (via normale da Courmayeur). Questa via segue dapprima il ramo occidentale del Ghiacciaio del D˘me, quindi si svolge sulle aeree creste nevose di Bionnassay e delle Bosses. Il ghiacciaio Ŕ in genere molto crepacciato, specialmente a estate inoltrata, e sebbene si trovi quasi sempre la traccia pistata nella neve, il suo percorso non Ŕ mai banale e richiede attenzione; in particolare nella discesa, quando la neve Ŕ pi¨ cedevole. PossibilitÓ di cornici sulla Cresta di Bionnassay. Dal D˘me du Goűter il percorso coincide con la frequentatissima via normale francese, sulla quale a 4362 m. si trova quale ricovero d'emergenza il Refuge Vallot costruito nel 1892. Via molto bella, varia, che grazie alla sua modesta difficoltÓ tecnica permette di apprezzare l'ambiente grandioso dei ghiacciai e le eccezionali vedute panoramiche dalle alte creste. Dislivello 1800 m, con sviluppo di c. 5800 m. DifficoltÓ PD/PD+. - Bianco - Versante del Miage - Gruppo del Monte Bianco - Massiccio del Monte Bianco.