torna al men

Cima Sassara (2894 m.)

(Catena Settentrionale)

(Gruppo di Brenta)

(Dolomiti di Brenta)

 

 

CIMA SASSARA 2894 m. - Si eleva immediatamente a Nord del Sasso Alto, sulla cresta principale della catena.

Ha l'aspetto di un lungo crestone detritico, quasi orizzontale, diretto da Sud a Nord. Sul versante Est presenta una discreta e ripida parete solcata da un lungo canale, che domina la testata della Val Gelada di Tuenno. Sul versante Nord-ovest scende invece con gradoni rocciosi e detritici verso la gran Conca della Prigione. Quantunque sia una delle cime pi elevate (ma non la pi appariscente) della catena del Sasso Alto, non certo fra le pi importanti, n interessanti per l'alpinista. Viene raggiunta soltanto in occasione della traversata per cresta di tutta la catena o con breve ascensione dal Bivacco Bonvecchio; bel punto panoramico.

 

 

 

1882 - La l ascensione nota della Cima Sassara quella di Alberto De Falkner e Orazio De Falkner con Angelo Ferrari, ma probabile che la cima fosse stata raggiunta anche in precedenza da cacciatori. Catena Settentrionale - Gruppo di Brenta - Dolomiti di Brenta.

 

1885 - 9 agosto. I primi salitori alla vetta del Sasso Alto furono Ward, G. Pigozzi e Orazio De Falkner che salirono dalla Val Gelada toccando la forcelletta tra il Sasso Alto e la Cima Sassara. Catena Settentrionale - Gruppo di Brenta - Dolomiti di Brenta.

 

1891 - 26 luglio. La l ascensione nota della Cima Paradiso quella di Karl Schulz con Remigio Gasperi, che raggiunsero la vetta traversando per la cresta dalla Cima Sassara; ma probabile che la cima fosse gi stata raggiunta in precedenza da cacciatori. Catena Settentrionale Gruppo di Brenta Dolomiti di Brenta.

 

1891 - 26 luglio. Karl Schulz con Remigio Gasperi realizzano la 1 ascensione alla vetta di Cima Rocca, la raggiunse traversando per cresta dalla Cima Sassara. probabile per che la cima fosse gi stata raggiunta in precedenza da cacciatori. Catena Settentrionale Gruppo di Brenta Dolomiti di Brenta.